Stage invernale Karatedo e Taijiquan

32° Stage invernale

E’ una questione di energia.

Stage di Karatedo e Taijiquan
6 -7 Gennaio 2018

Lo Stage Ganesha Klab si rivolge ai praticanti di Arti Marziali dei gruppi di Karate e Tai Ji Quan e rappresenta l’occasione per conoscere e approfondire i temi legati alla pratica delle arti marziali e al proprio cammino personale.

Come sapete bene, siamo orgogliosi delle nostre scelte che ci portano ad essere una “voce fuori dal  coro”, infatti mentre tutti esultano per il karate alle Olimpiadi, noi non condividiamo tale entusiasmo, per il semplice motivo che le Arti Marziali non sono Sport!

Per questa ragione non seguiamo l’attività federale e non facciamo agonismo, perché non fa parte del cammino marziale e anche se tutti lo fanno, questo non cambia le cose, e, in un mondo in cui i  certificati sembrano essere la cosa più desiderata, noi ristabiliamo il valore del Maestro… l’unico che deve dire quale è il mio grado, se posso cambiarlo e se posso insegnare. Non c’è, nel mondo marziale, un’autorità superiore a quella del proprio Maestro, e, anche se, le numerose e variopinte federazioni, cercano di sostituirsi a questa figura, il Maestro resta il vero e sano riferimento dei praticanti sinceri.
Nell’educazione scolastica il programma ha sostituito l’insegnante al punto tale che un robot o un computer potrebbe tenere le lezioni e svolgere il programma.
Ma questa strada non è da noi condivisa…l’insegnante (quello vero), il mentore, il Maestro, formano, educano, con l’esempio e con l’amore i loro allievi e questo non potrà mai farlo nessun programma e nessuna federazione.

Per questo dico ai genitori e ai ragazzi di non confondere la mappa con il territorio, di non dare valore eccessivo a cose che non lo meritano, di non credere che il grado dia valore al praticante ma di ricordare che invece è il praticante a dare valore al grado, di non credere che il programma sia superiore al carattere, di non credere che i certificati valgano più della parola del proprio Maestro.

Ogni persona può cambiare la sua vita, dal punto di vista fisico, emozionale, mentale, spirituale, tutti creano il loro destino, che lo sappiano o che lo ignorino, il nostro compito è insegnare il metodo per farlo, così come la tradizione delle Arti Marziali insegna, e questo faremo, con amore e dedizione, semplicemente perché è la cosa giusta da fare.

Auguro a tutti i praticanti un buon allenamento e buone feste a Voi e ai Vostri cari.

Fabio Van Axel Castelli